La circonvallazione di Quartu – Una strada che ci tocca

Negli ultimi decenni, i centri urbani di Monserrato, Selargius, Quartucciu e Quartu hanno sofferto un forte incremento del traffico di attraversamento dalla SS 554 verso Cagliari. Tale fenomeno è dovuto all’inadeguatezza della strada statale con le sue inefficienti intersezioni semaforiche, ma soprattutto all’assenza di assi di collegamento col capoluogo capaci di attrarre i veicoli che oggi attraversano le strette vie dei nostri comuni.
Negli anni Novanta, la Regione ipotizzò un’infrastruttura stradale chiamata Raccordo SS 554 con la viabilità cittadina che avrebbe collegato viale Marconi con la statale passando lungo il confine tra Quartu e Quartucciu. Partendo dallo svincolo sulla SS 554, la strada avrebbe attraversato Pirastu e Sa Mallora, proseguito lungo il rio Is Cungiaus sino a via Brigata Sassari per poi ricollegarsi al nodo di Is Pontis Paris. All’inizio degli anni Duemila ne venne realizzata solo una parte, corrispondente alla via Segrè di Quartu e alla rotatoria di via delle Serre a Quartucciu.

Tuttavia, nell’ultimo decennio sono state individuate altre soluzioni strategiche per arginare il traffico di attraversamento dei centri abitati. La più importante è il progetto di riqualificazione della SS 554 con l’eliminazione dei semafori e la realizzazione di svincoli e complanari a servizio della viabilità locale. La nuova statale sarà un asse di scorrimento veloce: chi vorrà entrare a Cagliari o passare da un estremo all’altro dell’area metropolitana impiegherà meno tempo percorrendo la statale piuttosto che attraversando i centri abitati.
A livello locale, invece, la redazione dei piani strategici ha consentito ai comuni di ripensare l’assetto dei propri territori. In particolare, i nostri vicini hanno proposto due infrastrutture di grande interesse per Quartucciu: la Strada dei parchi di Selargius e la Circonvallazione nord di Quartu Sant’Elena.

La Circonvallazione nord si pone come soluzione alternativa al Raccordo SS 554 con la viabilità cittadina che avrebbe costituito un vero e proprio asse di scorrimento veloce slegato dal tessuto cittadino. Infatti, nelle intenzioni del Comune di Quartu, la nuova infrastruttura sarà un grande viale urbano integrato con le viabilità di quartiere e capace di legare tra loro le varie zone della città mentre le rotatorie nelle intersezioni con le altre strade aiuteranno a ridurre i tempi di percorrenza. Pertanto, non solo la Circonvallazione collegherà la SS 554 col viale Marconi ma riuscirà anche a gestire e ridistribuire il traffico interno del centro, nonché a riconnettere il tessuto urbano sfrangiato ai margini delle nuove lottizzazioni quartesi.
Il suo nodo principale sarà la nuova rotatoria su viale Marconi: i veicoli da e per Cagliari non saranno più costretti ad attraversare il centro di Quartu, ma potranno aggirarlo utilizzando la nuova infrastruttura così facilmente connessa con la strada principale di collegamento col capoluogo.
Verso nord la Circonvallazione intercetterà via Brigata Sassari, si ricongiungerà con via Giotto e da qui collegherà i quartieri di Sa Forada, Pitz’e Serra e Quartello. A sud, si unirà al viale della Musica che, con via San Benedetto e via Fiume, costituisce già ora una sorta di Circonvallazione sud. Le due circonvallazioni formeranno un raccordo anulare interno a Quartu.

In GIALLO i tratti esistenti. In BLU i tratti da adeguare. In MAGENTA i tratti da realizzare

Ma perché la Circonvallazione nord di Quartu sarà così importante per Quartucciu? Poiché collegherà il nostro viale D’Acquisto con viale Marconi, con due conseguenze fondamentali.
Collegando i due viali, Quartucciu avrà un’alternativa al percorso via Nazionale-via delle Serre-Is Pontis Paris e potrà quindi liberare il centro dal traffico di attraversamento proveniente da Cagliari e SS 125.
Inoltre, l’area del ponte di via Quartu con l’innesto di viale D’Acquisto rappresenta un nodo strategico per la viabilità delle future lottizzazioni di Arbuzzeri e Sa Mallora. Qui, negli ultimi quindici anni è stata incredibilmente autorizzata la costruzione di quartieri totalmente isolati dal resto del centro cittadino e addirittura senza alcuna idea di come e dove la viabilità della zona avrebbe dovuto immettersi. La rotatoria di via Quartu prevista dalla Circonvallazione può diventare il naturale punto di smistamento dei flussi dei quartieri limitrofi, che così saranno facilmente collegati a Cagliari e alle strade principali dell’area metropolitana, senza necessità di attraversare e ingorgare il centro di Quartucciu.

Nel 2014 il Comune di Quartu Sant’Elena ha bandito la gara per l’affidamento dello studio di fattibilità e della progettazione preliminare della Circonvallazione. Probabilmente la criticità che i progettisti dovranno affrontare con maggiore attenzione sarà proprio la realizzazione della rotatoria in corrispondenza del ponte di via Quartu. Infatti, in seguito agli eventi calamitosi che hanno investito la Sardegna negli ultimi anni, l’Agenzia del distretto idrografico della Sardegna (ADIS) ha adottato un approccio più rigido e rigoroso nella valutazione dei progetti in prossimità dei corpi idrici.
Il progetto del 2011 proposto dal Comune di Quartucciu per il rifacimento del ponte prevedeva già una piccola rotatoria, ma fu bocciato dagli enti regionali perché il ponte avrebbe avuto una larghezza notevole coprendo una parte troppo ampia del rio, cosa vietata dalle nuove norme.
Una soluzione alternativa potrebbe essere la realizzazione di un secondo ponte poco distante da quello appena ricostruito. In questo modo, imponendo a ciascun ponte un senso unico differente, il loro utilizzo combinato sortirebbe gli stessi effetti di una vera e propria rotatoria. Questa ipotesi si trova anche nell’immagine sottostante tratta da un elaborato del Comune di Quartu del 2008.
Come amministrazione comunale di Quartucciu, intendiamo collaborare con Quartu per fare in modo che la nuova infrastruttura sia pienamente integrata nel territorio e costituisca davvero un nodo strategico tra i nostri due centri abitati.

Progetto di zona franca urbana del 2008. Nel dettaglio è visibile la proposta di ponte-rotatoria di Via Quartu
Pubblicato in Città metropolitana e taggato con , .