La nuova SS 554 – Seconda parte

SS 554

Da quando la Regione ha istituito il Tavolo tecnico nel 2013, la nostra amministrazione ha partecipato attivamente alla definizione del progetto.
Lo stesso presidente del tavolo ha riconosciuto che le nostre proposte si sono distinte per la qualità e la capacità di coniugare le istanze di Quartucciu con le esigenze sovracomunali della strada statale, migliorando il progetto soprattutto dal punto di vista paesaggistico ed ambientale. Di seguito le più rilevanti.

Leggi tutto

La nuova SS 554 – Prima parte

SS 554

Nell’assemblea pubblica del 6 febbraio 2015 abbiamo incontrato i cittadini per la presentazione del progetto della nuova SS 554, che comprende l’adeguamento della strada e l’eliminazione dei semafori. L’assessore Giampaolo Maxia ha descritto il procedimento in corso coordinato dalla Regione e ha illustrato le soluzioni progettuali individuate per il territorio di Quartucciu.
Quando si parla di infrastrutture di tale impatto e rilevanza, accade spesso che tra i cittadini si diffondano notizie inesatte o timori infondati. Con questa serie di articoli vorrei contribuire a chiarire tutti gli aspetti riguardanti la nuova strada statale. Partendo dal presupposto che l’obiettivo dell’Amministrazione comunale è quello di coniugare le esigenze strategiche sovralocali di un’infrastruttura come la SS 554 con lo sviluppo equilibrato e coordinato del territorio di Quartucciu.

Leggi tutto

SS 554 – Un progetto decennale

La SS 554 è una delle strade statali più corte della Sardegna e al tempo stesso una delle più trafficate.
Denominata ufficialmente Cagliaritana, è stata realizzata alla fine degli anni Sessanta con la funzione di legare il retroterra di Cagliari all’area costiera, permettere il collegamento dei comuni attraversati e raccordare le altre infrastrutture viarie in ingresso a Cagliari.

Negli ultimi quarant’anni l’area urbana del capoluogo ha subito un processo di consolidamento che ha portato i centri abitati ad espandersi sproporzionatamente e a toccarsi in vari punti. In particolare, il territorio attraversato dalla SS 554 si è sviluppato disordinatamente e senza una chiara pianificazione generale, con nuovi quartieri residenziali di scarsa qualità urbana e architettonica e comparti produttivi sorti a ridosso dell’infrastruttura stradale.

In questo contesto, la Cagliaritana è diventata un ibrido tra una strada di raccordo regionale, una tangenziale e una via di quartiere. Ad oggi appare come un asse urbano non attrezzato perché si trova ad assolvere funzioni tra loro incompatibili, senza averne le caratteristiche e i requisiti:

  • intercettare i flussi delle altre direttrici regionali (strade statali e provinciali) distribuendoli lungo l’area metropolitana;
  • permettere la comunicazione interna dell’area metropolitana;
  • consentire l’accesso diretto alle attività produttive ai lati della strada.

Questa commistione di differenti componenti di traffico e l’inadeguatezza della strada portano al collasso quasi quotidiano della SS 554. In particolare, le intersezioni semaforizzate causano lunghe file e lunghi tempi di percorrenza mentre gli accessi ai lotti privati costituiscono una costante minaccia per la sicurezza.

Leggi tutto